RaiUno_logo

In evidenza

Politica, religione e rivoluzione

"La religione di un uomo non ha nulla a che vedere con la sua abilità
e le sue capacità nell’eseguire un lavoro”.
Lord Pirrie, Titanic. Nascita di una leggenda

 

Nel 1907, Belfast era la città più grande ed industrializzata d’Irlanda – nonché la seconda città più importante nell’Impero Britannico. Ma era anche una città sull’orlo della rivoluzione.

L’Isola era sotto il dominio britannico e il movimento per l’Autogoverno godeva di un ampio seguito tra la popolazione nazionalista cattolica irlandese.

A Belfast, la maggioranza protestante lottava per mantenere l’unità con la Corona Britannica e il governo. Ai tempi in cui è ambientato Titanic. Nascita di una leggenda , lo scenario si faceva ancora più intricato con la nascita del Partito Laburista a Londra e il suo sostegno al movimento per l’
Autogoverno e alla causa dei lavoratori.

Le divisioni erano religiose ed economiche oltre che politiche. I cattolici godevano di pochi diritti, avevano paghe più basse, poco lavoro e una scarsa qualità abitativa.  Harland & Wolff è un esempio di questa situazione. Dei 14mila impiegati, un dodicesimo erano cattolici e nessuno di loro ricopriva cariche amministrative.

Allo stesso tempo, un operaio medio aveva pochi diritti: le condizioni dei lavoratori, a Belfast, erano infatti a dir poco schiavistiche, dickensiane, crudeli e pericolose. I lavoratori, però, iniziavano a far sentire la propria voce.

Secondo il regista, Ciaran Donnelly, i fatti storici forniscono una linea narrativa alla costruzione del Titanic. “Ci sono in campo il movimento per l’Autogoverno, il movimento socialista dei lavoratori, l’Europa in subbuglio, il sistema delle classi sociali, i rapporti tra Inghilterra e Irlanda … basta aggiungere il punto di vista di un personaggio narrativo[Mark Muir] e quello che otterrete è una grande storia. Poi si introducono le storie personali, consapevoli che alla fine la nave salperà. La conoscenza comune di quello che è accaduto dopo fa il resto”.

I personaggi storici, così come gli avvenimenti storici, fanno la loro apparizione in Titanic. Nascita di una leggenda , incluso un giovane Winston Churchill, il capo del sindacato Jim Larkin (Liam Cunningham), e la femminista Contessa Markievicz (Joely Richardson).

"Quando si leggono I loro discorsi, la prima cosa che viene in mente è che 'Queste parole sono incredibili'. Devono veramente aver cambiato la vita delle persone”, dice Donnelly

Rai.it

Siti Rai online: 847